Discussione:
Pio XII sul multi-culturalismo
(troppo vecchio per rispondere)
Rafminimi
2016-07-13 18:41:58 UTC
Permalink
Raw Message
«Vi è un altro punto ancora che è Nostro vivo desiderio di presentare a
tutti nella luce più chiara. È stata norma sapientissima, costantemente
seguita dalla Chiesa, dalle origini ai nostri giorni, che l'Evangelo non
dovesse distruggere né soffocare ciò che vi fosse di buono, di onesto e di
bello nell'indole e nei costumi dei vari popoli che lo avevano abbracciato.
La Chiesa nel condurre i popoli a una civiltà più elevata sotto l'influsso
della religione cristiana, non si comporta come chi senza alcuna distinzione
taglia, abbatte e distrugge una selva lussureggiante, ma piuttosto come chi
innesta nuovi sani virgulti sui vecchi ceppi, affinché possano a loro tempo
produrre e maturare frutti più squisiti e delicati.

«La natura umana, sebbene viziata dalla tara ereditaria del triste peccato
di Adamo, conserva ancora un fondo naturalmente cristiano, che illuminato
dalla luce divina e plasmato dalla grazia può essere elevato ad atti di
virtù vera, e un giorno alla vita eterna.

«Perciò la Chiesa cattolica non disprezzò o rigettò completamente il
pensiero pagano, ma piuttosto, dopo averlo purificato da ogni scoria di
errore, lo completò e lo perfezionò con la sapienza cristiana. Così pure
accolse benevolmente il progresso nel campo delle scienze e delle arti, che
in alcuni luoghi raggiunse altezze veramente sublimi, e lo perfezionò
diligentemente innalzandolo a fastigi di bellezza forse prima mai raggiunti.
E neppure soppresse del tutto i costumi e le antiche istituzioni dei popoli,
ma in qualche maniera li consacrò; le stesse feste pagane, trasformate nel
significato e nel rito, piegò a celebrare le memorie dei martiri e i divini
misteri. A questo riguardo molto egregiamente si esprime san Basilio: "Come
i tintori preparano prima con cura ciò che si deve tingere, e poi lo
colorano di porpora o di qualche altra tinta, nella stessa maniera anche
noi, se vogliamo conservare per sempre indelebile la gloria dell'onestà,
prima iniziati allo studio di queste dottrine profane, apprenderemo poi i
segreti delle scienze sacre: e abituati a contemplare il sole riflesso nell'acqua,
alzeremo in tal maniera lo sguardo al sole raggiante. ... Certamente, com'è
essenziale per l'albero produrre frutti a suo tempo, e tuttavia anche le
foglie che si muovono intorno ai rami gli offrono un qualche ornamento; così
anche per l'anima il frutto essenziale è la verità, ma non si deve
disprezzare la veste della dottrina profana che rassomiglia a quelle foglie
che dànno al frutto ombra e aspetto piacevole. Perciò si dice che anche il
grande Mosè, celeberrimo sopra tutti per la sua sapienza, si esercitò in
tutte le scienze degli egizi, prima d'innalzarsi alla contemplazione di
"Colui che è". Così pure anche nei tempi posteriori si dice che il saggio
Daniele fosse istruito in Babilonia nella sapienza dei Caldei e poi si
dedicasse allo studio delle scienze sacre». (Pio XII, Enciclica Evangelii
Praecones, 2 giugno 1951, n. 12).





---
Questa e-mail e stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus

--
Newsgroup robomoderato - tutti gli articoli sono approvati automaticamente.
Marco O. dal quark bunga bunga
2016-07-14 15:57:25 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rafminimi
Perciò la Chiesa cattolica non disprezzò o rigettò completamente il
pensiero pagano, ma piuttosto, dopo averlo purificato da ogni scoria di
errore, lo completò e lo perfezionò con la sapienza cristiana.
Però mi pare che sia capitato solo nei primi tempi. Infatti esistono una tradizione armena ed una tradizione caldea, ma non una tradizione giapponese. In India le coste del Sud, evangelizzate in tempi apostolici, hanno un rito locale ed una chiesa "sui iuris", mentre il resto del paese, raggiunto più tardi, è considerato "latino".

M.
--
Newsgroup robomoderato - tutti gli articoli sono approvati automaticamente.
Rafminimi
2016-07-14 18:22:36 UTC
Permalink
Raw Message
Però mi pare che sia capitato solo nei primi tempi. Infatti esistono una
tradizione armena ed una tradizione caldea, ma non una tradizione
giapponese. In India le coste del Sud, evangelizzate in tempi apostolici,
hanno un rito locale ed una chiesa "sui iuris", mentre il resto del paese,
raggiunto più tardi, è considerato "latino".
M.
pREMESSO che il discorso è più ampio, posso dire che DIO ha ispirato così
lm



---
Questa e-mail e stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus

--
Newsgroup robomoderato - tutti gli articoli sono approvati automaticamente.
Marco O. dal quark bunga bunga
2016-07-15 07:01:36 UTC
Permalink
Raw Message
pREMESSO che il discorso č piů ampio, posso dire che DIO ha ispirato cosě
Oppure che hanno fatto una cavolata. :-)

M.
--
Newsgroup robomoderato - tutti gli articoli sono approvati automaticamente.
Loading...